Verbania Accetta: diritto all’Ambiente, il paesaggio che vorrei

(AGENPARL) – Verbania, 27 lug 2017 – “L’Ambiente è la naturale ricchezza dell’uomo, un diritto primordiale dell’individuo, che deve essere preservato per garantirne la sopravvivenza longeva all’insegna della salute. La protezione ambientale si evince dall’interpretazione degli artt. 2, 9 e 32 Cost., anche Papa Francesco nell’enciclica Laudato sii del 2013, afferma con forza la necessità di difendere l’ambiente. L’Italia “è andata in fumo” attraverso un progetto criminale ben definito che non deve assolutamente ricondurre allo sviluppo dell’edilizia abusiva bensì puntare alla rigenerazione delle aree attraverso il rimboschimento. Un’idea sarebbe impegnare i ragazzi dell’Associazione Libera e gruppi scolastici, in progetti concreti sul territorio, attraverso la cura e la rinascita di appezzamenti “presi in adozione” anche con il serio intento di incentivare e concretizzare l’educazione ambientale propugnata nelle scuole. Ciò che è accaduto è il ritratto di un Paese in cui i piani di prevenzione non sono stati assolutamente attuati in tempo utile e ci si chiede se sia stato giusto accorpare la guardia Forestale all’Arma dei Carabinieri e se tale cambiamento abbia influito positivamente o negativamente sull’organizzazione dei piani di controllo del territorio. E’ palese la necessità di stanziare fondi per le politiche ambientali da destinare ai Comuni che hanno subito incendi in quest’ultimo mese e meglio impiegare la Protezione Civile nella sorveglianza delle zone a rischio. Non dovranno mai mancare nei programmi pedagogici delle nostre scuole momenti di educazione al rispetto della natura, che portino i nostri giovani ad apprezzare ed amare quel verde che oltre a darci benessere e salute, rende belli i nostri territori. Per questo potrebbe essere utile l’avvio di progetti pratici quali per es.“Adotta un albero” , attraverso il quale ogni classe sul territorio nazionale acquisterebbe un alberello da destinarsi ad aree appositamente approntate. Raffaello Cuter, in qualità di ecologista, ricorda quando nella sua infanzia, alle Scuole Elementari si celebrava la “Festa degli alberi”. Tutti gli alunni e i maestri raggiungevano un luogo predestinato, dove si cantava e nel frattempo gli operai del Comune piantavano nuovi alberelli. Un ulteriore progetto “Adotta un ettaro di terra” può vedere coinvolte le associazioni ambientali attraverso la cura di spazi da recuperare. E’ fondamentale rafforzare le politiche nazionali ed internazionali per la tutela dell’ambiente e dar vita ad iniziative che sviluppino il rapporto con la natura, quali: aree pic-nic, parchi giochi, maneggi, percorsi salute, ciclabili, zone per specie protette ecc. affinché laddove la cultura criminale distrugge, si affermi il senso del patrimonio dell’umanità, ossia il diritto ad un ambiente vivibile e sano”. Hanno collaborato: Raffaello Cuter in qualità di naturalista e Michael Immovilli in veste di Consigliere per il Comune di Verbania. Lo afferma in una nota Francesca Accetta Dottoressa Magistrale Accetta Francesca Giurista Esperta in criminologia, psicologia forense e tutela del territorio Assistente di Polizia Penitenziaria.

Authors
Top