Mobilità ciclistica, Ciarambino (M5S): Campania impercorribile a 2 anni dall’approvazione del piano regionale

(AGENPARL) – Napoli, 07 dic 2017 – Resta inattuato il piano di mobilità ciclistica, approvato con una legge regionale nel 2015. E per di più i conti di spesa non tornano. “La Regione Campania spenderà 13 milioni di euro per interventi al di fuori di qualsiasi pianificazione prevista dal piano di mobilità, sia nel comune di S. Giuseppe Vesuviano che sulla tratta destinata a ciclovia turistica dell’acquedotto pugliese (che collegherebbe la Campania, alla Basilicata e alla Puglia per circa 30 km di percorso ciclabile)”. E’ la denuncia di Maria Muscarà consigliere regionale M5S che attacca “Stando così le cose, la pista di S. Giuseppe verrà a costare circa 1 milione di euro a Km. La nostra deduzione è che i soldi destinati alla pista Cancello-Torre Annunziata, progetto per il quale è capofila il comune di San Giuseppe, siano soldi regalati a RFI per la dismissione della tratta ferroviaria. Soldi che sarebbero potuti ricadere sulla mobilità ciclistica”. La commissione trasporti presieduta da Luca Cascone ha convocato sola una volta il  tavolo di lavoro con le associazioni per realizzare il Bici Plan regionale, finanziando di contro azioni isolate, costate sette volte di più rispetto alla cifra necessaria per realizzare una pista ciclabile –  prosegue Muscarà – non è stato fatto alcun lavoro di rete territoriale né con i comuni né con le associazioni, per monitorare la gestione dei fondi e l’attuazione dei lavori di messa in sicurezza e realizzazione delle piste ciclabili e dei percorsi pedonali esistenti e da realizzare”.

Related posts

Top