Lavoro, Sacconi: Francia più avanti jobs act

Maurizio Sacconi

(AGENPARL) – Roma, 19  mag 2016 –  “Il Governo francese sta rivelando un coraggio inatteso sulla riforma del lavoro. La piazza, agitata da uno dei sindacati, ha indotto poche modifiche che non ne alterano l’impianto innovativo. Rimane una regolazione sussidiaria in favore degli accordi aziendali sul modello del nostro art.8. Rimane una disciplina facile del licenziamento, che in Francia non conosce il nostro art. 18. La motivazione è che così si incoraggiano le assunzioni. Significativo è che tutto ciò venga da un partito socialista tradizionalmente conservatore. Insomma, la Francia è andata più avanti del jobs act”.   Lo scrive Maurizio Sacconi, presidente della Commissione lavoro del Senato, nella sua rubrica quotidiana pubblicata sul blog dell’Associazione amici di Marco Biagi (www.amicimarcobiagi.com).

Authors

Related posts

Top