Il Commissario prefettizio Castrese De Rosa si presenta alla città

(AGENPARL) - Umbertide (Pg),  -

“Sono aperto al confronto e al dialogo con la città”

Castrese-De-Rosa

 “Umbertide è uno dei Comuni più importanti dell’Umbria, è una città viva e dinamica, e il mio compito sarà quello di fare in modo che la gestione commissariale non abbia conseguenze negative per la comunità umbertidese”.

E’ quanto dichiarato dal Commissario prefettizio Castrese De Rosa, al quale spetterà il compito di guidare il Comune di Umbertide, dopo la fine anticipata della legislatura dell’oramai ex sindaco Locchi, fino alle prossime elezioni amministrative in programma tra aprile e giugno 2018.

Nativo di Arzano, in provincia di Napoli, ma umbro d’adozione dal momento che per oltre dieci anni ha prestato servizio presso la Prefettura di Terni e attualmente vive a San Gemini, la nomina di De Rosa a Commissario del Comune di Umbertide è stata “un ritorno a casa, nella terra che amo e nella quale ho scelto di vivere oltre trent’anni fa”. Laureato in Giurisprudenza, giornalista pubblicista per dieci anni corrispondente del quotidiano “Il Mattino” di Napoli, nel 1988 è entrato in servizio presso il Ministero dell’Interno ricoprendo negli ultimi quattro anni il ruolo di direttore dell’Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e sociale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza.

Quello del commissario prefettizio è un ruolo tecnico – amministrativo che ricomprende le funzioni di Sindaco, Giunta e Consiglio comunale; l’obbiettivo del dott. De Rosa sarà quello di proseguire nel percorso già tracciato dalla precedente amministrazione, completando i lavori in corso o in fase di avvio, a partire dagli interventi di manutenzione straordinaria delle scuole del territorio, compreso il rifacimento della scuola dell’infanzia “Marcella Monini”.

“Sono aperto al confronto con la città, al fine di guardare insieme alle iniziative per i prossimi sei mesi. – ha dichiarato il commissario De Rosa – Già dalla prossima settimana incontrerò i dirigenti scolastici, per poi proseguire con le aziende e le associazioni; sarò un commissario a tempo pieno, disponibile ad incontrare i cittadini e tutti coloro che vorranno confrontarsi con me per il bene della città”. 

Authors
Top