Energia: Iran, Frances Sofregaz firmano contratto di recupero gas

(AGENPARL) – Tehran, 11 set 2017 – Frances Sofregaz e la compagnia petrolifera iraniana nazionale (NIOC) hanno firmato un accordo mercoledì per recuperare gas naturale sparato a South Pars Fasi 2 e 3.
L’annuncio è stato fatto solo giorni dopo che il paese ha assegnato un accordo di 42 milioni di euro a un consorzio guidato dalla Sofregaz francese per un progetto simile presso l’impianto di trattamento di South Pars Fasi 2 e 3.

“La riduzione del livello di inquinanti industriali è una questione importante che è stata evidenziata nei documenti a monte dell’Iran ed è una preoccupazione fondamentale per i funzionari”, ha dichiarato Mohammad Meshkin-Fam, amministratore delegato della Pars Oil and Gas Company (POGC).
“L’accordo con Sofregaz è destinato allo stesso scopo”, ha detto Meshkin-Fam ai giornalisti.
Ha inoltre espresso la speranza che questo sarebbe il punto di partenza per più accordi in tutti e 13 i centri di trattamento in South Pars, sottolineando che nessun gas naturale dovrebbe infine sparare nel hub di energia.
Sulla base dell’accordo firmato mercoledì, la società francese collaborerebbe con il Samin Sazeh dell’Iran sul progetto.
In altre parole, Meshkin-Fam ha dichiarato che solo 10 paesi sono responsabili del 75 per cento del gas industriale globale rilasciato nell’atmosfera e ha dichiarato che l’Iran è stato uno di questi paesi.
“L’Iran è il Paese leader nel Medio Oriente per liberare gas atmosferici nell’atmosfera”, ha detto. “Speriamo che questa situazione cambierà”.
Il capo del POGC ha inoltre sottolineato che gli impianti di trattamento in South Pars erano stati progettati in modo da impedire la formazione di gas naturale in eccesso prodotta in campi.
Tuttavia, egli ha affermato che le sanzioni pluriennali contro il paese hanno minato le prestazioni degli impianti alla stessa connessione.
Sofregaz sarà la seconda azienda francese che ha vinto un accordo nel settore energetico iraniano. All’inizio di luglio Total ha firmato un accordo con la National Oil Company Iran (NIOC) per sviluppare la fase 11 del Sud Pars dell’Iran. Il totale dovrebbe investire circa 5 miliardi di dollari nel progetto che sarà attuato insieme al CNPC della Cina e ai Petropars dell’Iran.
Authors

Related posts

Top