Emilia-Romagna attrattiva, YNAP rilancia: nuovo accordo da 210 milioni di investimenti e oltre 500 assunzioni

(AGENPARL) - Bologna,

Intesa con Regione, Ministero dello Sviluppo economico e Invitalia. Interessati i siti produttivi nel bolognese

Foto di Marco Caselli Nirmal, archivio Agenzia informazione e ufficio stampa Giunta Regione Emilia-Romagna Oltre 210 milioni di euro di investimenti e più di 500 nuovi occupati entro la fine del 2020. In una Emilia-Romagna che continua ad attrarre imprese e gruppi industriali, arriva l’Accordo di sviluppo che sarà sottoscritto dalla Regione, dal Ministero dello Sviluppo Economico, da Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti) e dalla società YOOX NET-A-PORTER GROUP S.p.A. (YNAP), leader globale nell’e-commerce del lusso, il cui progetto riguarda i siti di Interporto (Bentivoglio) e Zola Predosa, in provincia di Bologna.

La delibera sull’intesa ha avuto il via libera della Giunta regionale nell’ultima seduta.

Oggetto dell’accordo è lo stanziamento di oltre 28 milioni da parte del Ministero dello Sviluppo economico, che al termine dell’iter approvativo contribuirà progressivamente a fronte di investimenti per un totale di oltre 210 milioni di euro, facenti parte del piano globale di investimenti del Gruppo 2016-2020 e, in particolare, connessi ad investimenti in logistica, potenziamento della piattaforma tecnologica, attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, Big Data, e rafforzamento dell’offerta omni-channel per l’integrazione tra online e offline per i principali marchi della moda e del lusso.

Le attività e gli investimenti previsti dall’Accordo sono complementari e sinergici al progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale oggetto dell’accordo regionale di insediamento e sviluppo (sottoscritto l’estate scorsa) da Regione e YNAP. Grazie alla legge regionale 14 del 2014 per la “promozione degli investimenti in Emilia-Romagna”, la Regione ha già concesso un contributo di 4 milioni a YNAP a fronte di investimenti di oltre 30 milioni di euro. Le due misure, quella nazionale e quella regionale, insieme danno vita a uno tra i più ampi programmi di investimenti realizzati nel territorio regionale.

Complessivamente, l’impatto occupazionale previsto e in corso nelle sedi italiane della società è pari a 597 unità lavorative, tra il 1^ giugno 2017 e il 31 dicembre 2020, di cui oltre 500 in Emilia-Romagna, nei due siti bolognesi. Di questi, oltre 400 sono riconducibili al programma dell’Accordo: quasi 150 unità nell’ambito dei progetti di ricerca e sviluppo e di espansione dell’infrastruttura tecnologica; circa 260 riferibili agli investimenti produttivi in logistica.

Authors
Top